Maria Speciale

Qualifica:
Ricercatori Universitari
SSD:
MAT/07
Telefono:
090 6765057
Fax:
090 393502
Email:
Struttura di appartenenza:

Elenco insegnamenti per l'anno accademico 2016/2017

Denominazione Insegnamento Corso di Studi Percorso
CALCOLO, MODULO AINFORMATICAcomune

Elenco insegnamenti per l'anno accademico 2015/2016

Denominazione Insegnamento Corso di Studi Percorso
CALCOLO, MODULO AINFORMATICAcomune

Orario di Ricevimento

GiornoOra inizioOra fineLuogo
Mercoledì 09:00 11:00Studio del docente presso Dipartimento MIFT.
Note:
Venerdì 09:00 11:00Studio del docente presso il Dipartimento MIFT.
Note:
Qualifica
Ricercatrice (confermato dal 26/11/2005) nel settore scientifico-disciplinare MAT/07 -- Fisica Matematica presso la Facoltà di Scienze MM.FF.NN. dell'Università di Messina ed afferente al Dipartimento di Matematica.

Generalità
La dott.ssa Maria Paola Speciale, nata a Messina il 28/06/1971, ha conseguito la laurea in Matematica il 16/06/1994, presso l'Università degli Studi di Messina, relatore il prof. Andrea Donato, discutendo una tesi dal titolo " Tecniche di Linearizzazione per Equazioni non Lineari di Evoluzione ed Applicazioni" e riportando la votazione di 110/110 e lode.
Dal 1994 afferisce al Gruppo Nazionale per la Fisica Matematica del C.N.R.,sezione n.3.
Nel 1994 ha vinto il dottorato di Ricerca in Matematica, X ciclo, Università degli Studi di Messina (sede consorziata con Catania e Palermo) e nel 26 Febbraio 1999 ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Matematica presso il Dipartimento di Matematica dell'Università degli Studi di Messina, discutendo la tesi dal titolo: "Soluzioni Esatte di Equazioni Differenziali alle Derivate Parziali: Gruppi di Lie di Invarianza e Principi di Sostituzione".
Dal 19/01/1999 al 31/08/1999 ha prestato servizio in qualità di tutor in Analisi Matematica I presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università degli Studi di Reggio Calabria.
Dal 1/09/1999 al 26/03/2000 ha usufruito di una Borsa di Studio del C.N.R., bando n. 201.01.130 codice n. 01.01.02, presso il Dipartimento di Matematica dell'Università degli Studi di Messina sotto la direzione del Prof. Francesco Oliveri.
Dal 27/03/2000 al 26/03/2001, grazie a una borsa di alta formazione, co-finanziata dal Fondo Sociale Europeo e bandita dal MURST (codice MURST 2327) dal titolo "Problemi strutturali e metodi di controllo per la conservazione del patrimonio culturale ed ambientale", ha svolto la propria attività di ricerca presso l'Istituto di Elaborazione dell'Informazione del C.N.R. di Pisa e ha frequentato dal 6/11/2000 al 15/01/2001 corsi di Meccanica dei Materiali presso l'Ecole Nationale des Ponts et Chaussées di Parigi (Francia).
Dal 1/08/2001 al 25/11/2002 è stata titolare di un assegno di ricerca (responsabile scientifico Prof. Domenico Fusco) attinente il programma dal titolo:" Termomeccanica dei continui anche con microstruttura: modellizazione, soluzione esatta e propagazione ondosa", presso il Dipartimento di Matematica dell' Università degli Studi di Messina.

Attività Organizzativa

• Dal 13/12/1999 al 31/12/2002 è stata Responsabile Scientifico del Progetto Giovani Ricercatori dal titolo: "Analisi qualitativa, determinazione di soluzioni e formulazione geometrica di equazioni della termomeccanica dei continui", finanziato dall'Ateneo di Messina.

Ha afferito ai seguenti Progetti di Ricerca di Ateneo dell'Università di Messina:
• 2002, ``Metodologie di riduzione per modelli non lineari di evoluzione'';
• 2003, ``Metodi di riduzione e risoluzione di problemi iniziali e/o al contorno per equazioni di evoluzione'';
• 2004, ``Tecniche di riduzione e risoluzione di problemi ai valori iniziali e/o al contorno per sistemi di equazioni iperboliche o a parte principale iperbolica'' .
• 2005,``Metodi di riduzione per i modelli evolutivi dei continui".
• 2006, `` Simmetrie di Lie ed equazioni differenziali ordinarie e a derivate parziali".

Inoltre, afferisce al seguenti Progetti di Ricerca Nazionali:
• Progetto di Ricerca finanziato dal G.N.F.M. -- I.N.d.A.M. per il biennio 2004-2005 dal titolo ``Simmetrie e tecniche di riduzione per equazioni differenziali di interesse fisico-matematico'' (coordinatore: prof. Antonino Valenti, Università di Catania);
• Progetto di Ricerca di Interesse Nazionale Cofinanziato del MURST (2003-2005) dal titolo ``Nonlinear Mathematical Problems of Wave Propagation and Stability in Models of Continuous Media'' (coordinatore nazionale: prof. Tommaso Ruggeri, Università di Bologna).
• Progetto di Ricerca di Interesse Nazionale Cofinanziato del MURST (2005-2007) dal titolo ``Nonlinear Propagation and Stability in Thermodynamical Processes of Continuous Media'' (coordinatore nazionale: prof. Tommaso Ruggeri, Università di Bologna).


Attività didattica
L'attività didattica è stata svolta presso la Facoltà di Scienze Statistiche (corso di laurea I livello in ``Scienze Statistiche ''), la Facoltà di Scienze MM.FF.NN. (corso di laurea di I livello in ``Matematica'' ed in ``Informatica'') e la Facoltà di Medicina e Chirurgia (scuola di Specializzazione in Chirurgia Generale ) dell’Università di Messina

a.a. 2002-2003:
•Sistemi Dinamici (Corso di laurea in Scienze Statistiche, Facoltà di Scienze Statistiche);
•Sistemi Dinamici (Corso di laurea in Informatica, Facoltà di Scienze MM.FF.NN.);
•Sistemi Operativi (Scuola di Specializzazione in Chirurgia Generale, Facoltà di Medicina e Chirurgia).

a.a. 2003-2004:
•Corso di azzeramento di Informatica (Facoltà di Scienze Statistiche);
•Sistemi Dinamici (Corso di laurea in Scienze Statistiche, Facoltà di Scienze Statistiche);
•Programmazione (Corso di laurea in Scienze Statistiche, Facoltà di Scienze Statistiche);
•Fondamenti di Informatica (Corso di laurea in Matematica, Facoltà di Scienze MM.FF.NN.).

a.a. 2004-2005:
•Corso di azzeramento di Informatica (Facoltà di Scienze Statistiche);
•Sistemi Dinamici (Corso di laurea in Scienze Statistiche, Facoltà di Scienze Statistiche)
•Programmazione (Corso di laurea in Scienze Statistiche, Facoltà di Scienze Statistiche);
•Fondamenti di Informatica (Corso di laurea in Matematica, Facoltà di Scienze MM.FF.NN.);
•Sistemi Dinamici (Corso di laurea in Informatica, Facoltà di Scienze MM.FF.NN);
•Sistemi Operativi (Scuola di Specializzazione in Chirurgia Generale, Facoltà di Medicina e Chirurgia ).

a.a. 2005-2006:
•Corso di azzeramento di Informatica (Facoltà di Scienze Statistiche);
•Sistemi Dinamici (Corso di laurea in Scienze Statistiche, Facoltà di Scienze Statistiche)
•Programmazione (Corso di laurea in Scienze Statistiche, Facoltà di Scienze Statistiche);
•Fondamenti di Informatica (Corso di laurea in Matematica, Facoltà di Scienze MM.FF.NN);
•Sistemi Dinamici (Corso di laurea in Informatica, Facoltà di Scienze MM.FF.NN);
•Sistemi Operativi (Scuola di Specializzazione in Chirurgia Generale, Facoltà di Medicina e Chirurgia ).

a.a. 2006-2007:
•Corso di azzeramento di Informatica (Facoltà di Scienze Statistiche);
•Sistemi Dinamici (Corso di laurea in Scienze Statistiche, Facoltà di Scienze Statistiche)
•Fondamenti di Informatica (Corso di laurea in Scienze Statistiche, Facoltà di Scienze Statistiche);
•Fondamenti di Informatica (Corso di laurea in Matematica, Facoltà di Scienze MM.FF.NN);
•Sistemi Dinamici (Corso di laurea in Informatica, Facoltà di Scienze MM.FF.NN);

a.a. 2007-2008:
•Corso di azzeramento di Informatica (Facoltà di Scienze Statistiche);
•Sistemi Dinamici (Corso di laurea in Scienze Statistiche, Facoltà di Scienze Statistiche)

a.a. 2008-2009:
•Sistemi Dinamici (Corso di laurea in Scienze Statistiche, Facoltà di Scienze Statistiche)
•Programmazione (Corso di laurea in Scienze Statistiche, Facoltà di Scienze Statistiche);
•Fondamenti di Informatica (Corso di laurea in Matematica, Facoltà di Scienze MM.FF.NN);

a.a. 2009-2010:
•Sistemi Dinamici (Corso di laurea in Scienze Statistiche, Facoltà di Scienze Statistiche)
•Programmazione (Corso di laurea in Scienze Statistiche, Facoltà di Scienze Statistiche);
•Matematica con Elementi di Informatica (Corso di laurea in Scienze Biologiche, Facoltà di Scienze MM.FF.NN);
•Istituzioni di Matematiche I e II modulo (Corso di laurea in Informatica, Facoltà di Scienze MM.FF.NN);

a.a. 2010-2011:
Nessuna attività didattica per aver
aderito alla protesta dei ricercatore per il decreto Germini

a.a. 2011-2012:
•Analisi Matematica I mod (Corso di laurea in Informatica, Facoltà di Scienze MM.FF.NN);

a.a. 2012-2013:
•Analisi Matematica I mod (Corso di laurea in Informatica, Facoltà di Scienze MM.FF.NN);

a.a. 2013-2014:
•Calcolo mod.A (Corso di laurea in Informatica, Facoltà di Scienze MM.FF.NN);


Attività di Ricerca

Uno degli argomenti oggetto di studio è stata la ricerca di soluzioni esatte per i modelli della fisica-matematica e loro applicazioni a problemi di propagazione utilizzando metodi gruppali, in particolare le Simmetrie di Lie ammesse dal modello.
Per la ricerca di soluzioni esatte per le equazioni della gas-dinamica e della magneto-gas-dinamica ideale con legge di stato separabile, e per le equazioni dei 13 momenti per i gas perfetti monoatomici sono stati sviluppati metodi basati sulla determinazione dei gruppi di Lie di trasformazioni ad un parametro che lasciano invarianti tali sistemi e sull'uso di alcune trasformazioni note in letteratura come Principi di Sostituzione.
Le simmetrie di Lie ammesse dalle equazioni permettono di introdurre opportune trasformazioni invertibili (suggerite dall'invarianza delle equazioni di campo rispetto a gruppi di Lie di trasformazioni ad un parametro) in grado di mappare le equazioni in una forma autonoma equivalente di più facile risoluzione, le cui soluzioni costanti corrispondono a soluzioni non costanti delle equazioni di partenza. Alle soluzioni trovate, sono stati applicati i già noti Principi di Sostituzione, alcune generalizzazioni ottenute mediante l'uso dell'analisi dei gruppi di Lie e altri di nuova formulazione: Principi di Sostituzione per flussi non stazionari di un gas perfetto in n dimensioni di spazio con esponente adiabatico (n+2)/n, per i flussi di gas ideali in $2$ dimensioni di spazio in presenza di un campo magnetico trasverso al piano del moto. Inoltre, nuovi Principi di Sostituzione sono stati stabiliti per generici sistemi di leggi di conservazione e particolarizzati per le equazioni stazionarie e non stazionarie dei 13 momenti per un gas perfetto monoatomico.
L'uso combinato dell'invarianza rispetto a gruppi di simmetrie puntuali di Lie e dei Principi di Sostituzione ha consentito la determinazione di soluzioni contenenti delle funzioni arbitrarie utili a risolvere particolari problemi ai valori iniziali e al contorno.
Inoltre, è stata studiata la stabilità lineare di alcune delle soluzioni esatte delle equazioni della magneto-gas-dinamica ideale, determinate applicando la suddetta procedura, che descrive il moto di un fluido comprimibile compreso tra due cilindri rigidi coassiali e soggetto ad un campo magnetico circolare, con la condizione che al bordo la componente radiale della velocità sia nulla. I risultati trovati non solo caratterizzano la stabilità lineare delle soluzione esatte ottenute sfruttando le simmetrie di Lie e i principi di sostituzione, ma generalizzano anche alcuni classici risultati di Chandrasekhar.

Un'altro argomento oggetto di interesse sono i modelli di continui con microstruttura: mezzi continui granulari e mezzi continui stratificati. I mezzi continui granulari, per i quali l'approccio dinamico si basa sull'interpretazione di tali mezzi come una generalizzazione dei continui con microstruttura secondo Capriz. In particolare, l'attenzione è stata rivolta alla rappresentazione delle forze d'inerzia suppletive e del termine, inserito nella equazione di bilancio dell'energia, detto ``lavoro interstiziale'', che tengono conto della particolare microstruttura del continuo granulare.

Sempre nell'ambito della meccanica dei continui è stato proposto un modello matematico in grado di descrivere il comportamento di mezzi continui eterogenei, costituiti da strati alternati di materiali elastici lineari isotropi aventi diverso spessore. Avendo supposto che vi sia una notevole differenza di spessore tra gli strati che si susseguono, è stato possibile fare particolari ipotesi sulla cinematica degli strati più sottili e considerare le deformazioni di questi ultimi vincolati a quelle degli strati più spessi. La cinematica dei letti di materiale più duttili è completamente descritta dal comportamento della loro superficie media (tre campi che dipendono da due coordinate) e da sei parametri caratterizzanti particolari spostamenti dello strato sottile come lo scorrimento, la torsione, il taglio e l'elongazione della normale alle fibre. La ricerca del minimo dell'energia potenziale, poste opportune condizioni di trazione al bordo, ha condotto alla determinazione di un insieme di equazioni di equilibrio e a condizioni al contorno per gli spostamenti dei letti più sottili.
Nell'ipotesi di tensioni omogenee è possibile integrare le equazioni e trovare una esplicita espressione del tensore globale di flessibilità, cioè un'approssimazione alla ``Reuss'' del comportamento omogeneo del continuo stratificato.
Attraverso programmi di calcolo numerico ad elementi finiti, sono stati effettuati raffronti tra il comportamento del modello eterogeneo di partenza e quello omogeneo lineare anisotropo trovato. In seguito, è stata studiata la propagazione di onde elastiche attraverso i suddetti mezzi continui costituiti da strati alternati di materiali elastici lineari isotropi aventi diverso spessore. Sono state così dedotte le velocità di propagazione ammesse dal modello e, in particolare, nel caso bidimensionale, è stata dedotta la forma dell'equazione di dispersione per propagazioni ondose nel modello stratificato, nonché le soluzioni numeriche che descrivono fenomeni di amplificazione o di assorbimento per onde longitudinali e trasversali.
I terreni sedimentari formati da stratificazioni di diversi materiali, così come i pannelli murari, costituiti da ricorsi alternati di mattoni e di malta, quest'ultima di spessore quasi trascurabile rispetto a quello del mattone, sono solo alcuni esempi nei quali il modello proposto trova applicazione.
Oggetto di studio sono state anche le equazioni che governano un generico mezzo continuo la cui descrizione microscopica richiede un parametro d'ordine scalare (continui con microstruttura scalare) e si studia nel caso unidimensionale un problema di propagazione di onde non lineari ricercando delle soluzioni con la caratteristica di "onde progressive" attraverso un'opportuna espansione asintotica delle variabili di campo. Si mostra come il parametro ``piccolo'' che interviene nello sviluppo asintotico può essere introdotto in maniera naturale non appena si scrivono le equazioni di campo in forma adimensionale (esso è dato dal rapporto tra due lunghezze caratteristiche, una microscopica e una macroscopica). Si deduce, inoltre, che i processi ondosi possono essere studiati mediante un'equazione di evoluzione non lineare che cattura la complessità dei modelli considerati (miscele immiscibili di fluidi perfetti, continui granulari, liquidi con bolle) e che permette di descrivere, al variare dei parametri coinvolti, vari processi ondosi. Sempre nell'ambito della propagazione ondosa non lineare in mezzi continui con microstruttura, sono stati presi in esame anche mezzi granulari costituiti da grani di forma ellissoidale soggetti a microdeformazioni non isotrope lungo gli assi principali, in assenza di rotazioni. Tali mezzi, con opportune considerazioni di natura fisico-matematica, sono stati interpretati come mezzi continui con microstruttura latente e ciò ha permesso di applicare il metodo basato sullo sviluppo asintotico di cui sopra per determinate le equazioni di evoluzioni descriventi fenomeni di propagazione ovviamente non lineare.



Partecipazione a convegni

1) XIX Scuola Estiva di Fisica Matematica, Ravello, 11--24 settembre 1994.
2) VIII International Conference on Waves and Stability in Continuous Media, Palermo, 9--14 ottobre 1995.
3) XXI Scuola Estiva di Fisica Matematica, Ravello, 9--21 settembre 1996.
4) Giornate di studio sui Problemi Iperbolici, Torino, 10--12 ottobre 1996.
5)VII International Conference ``Modern Group Analysis'', Nordfjordied (Norvegia), 30 giugno--5 luglio 1997 (Comunicazione dal titolo: Exact Solutions to Gas Dynamics Equations and Substitution Principles).
6) IX International Conference on Waves and Stability in Continuous Media, Monopoli (Bari), 6--10 ottobre 1997 (Comunicazione dal titolo: Exact Solutions to the Equations of Perfect Gases and Substitution Principles).
7) IV Congresso Nazionale della Societ\`{a} Italiana di Matematica Applicata e Industriale, Giardini-Naxos (Messina), 1--5 giugno 1998 (Comunicazione dal titolo: {\it Soluzioni Esatte per le Equazioni della Gas-Dinamica Ideale mediante l'Analisi dei Gruppi di Lie e i Principi di Sostituzion}).
8) X International Conference on Waves and Stability in Continuous Media, Vulcano (Messina), 7--12 giugno 1999 (Comunicazione dal titolo: Some Exact Solutions to the Equations of Ideal Magneto-Gas-Dynamics).
9) XXIV Scuola Estiva di Fisica Matematica, Ravello, 21 settembre--2 ottobre 1999.
10) Corso ``Elementi di Dinamica non Lineare: Stabilit\`{a}, Biforcazioni e Caos", Milano, 14--16 febbraio 2000.
11) International Conference on Mathematical Models in Soils Mechanics, Scilla (Reggio Calabria), 19--22 settembre 2000 (Comunicazione dal titolo: Layered Materia}).
12) Covegno sui Modelli Matematici per la Scienza dei Materiali, Raito (Salerno), 22--25 novembre 2000 (Comunicazione dal titolo: Toward a Mathematical Model for Masonr}).
13) Convegno sulla Meccanica delle Murature, Modelli \& Algoritmi, Udine (presso il CISM), 8--9 marzo 2001.
14) XI International Conference on Waves and Stability in Continuous Media, Porto Ercole, 3--9 giugno 2001 (Comunicazione dal titolo: Elastic waves in materials with thin layers).
15) IV Microcolloquio ``Microstructure", Pisa, 14--15 giugno 200 (Comunicazione dal titolo: Thin layers microstructur}).
16) Assemblea Scientifica del GNFM (Gruppo Nazionale per la Fisica Matematica). Montecatini Terme, 25--27 ottobre 2001.
17) Assemblea Scientifica del progetto di ricerca Cofinanziato 2000 ``Problemi Matematici Non Lineari di Propagazione e di Stabilit\'a del Continuo''. Bressanone (Bolzano), 10--12 gennaio 2002 Comunicazione dal titolo: Alcune soluzioni esatte della magneto-gas-dinamica ideale).
18) Assemblea Scientifica del GNFM (Gruppo Nazionale per la Fisica Matematica). Montecatini Terme, 5--7 febbraio 2002.
19) XII International Conference on Waves and Stability in Continuous Media, Villasimius (Cagliari), 1--7 giugno 2003 (Comunicazione dal titolo: Group Invariant Solution to Ideal Magneto-Gas-Dynamics Equations: Initial and Boundary Value Problems).
20) Assemblea Scientifica del GNFM (Gruppo Nazionale per la Fisica Matematica). Montecatini Terme, 27--30 ottobre 2004.
21) Assemblea Scientifica del progetto di ricerca Cofinanziato 2003 ``Problemi Matematici Non Lineari di Propagazione e di Stabilità del Continuo''. Bressanone (Bolzano), 17--19 gennaio 2005 (Comunicazione dal titolo: Nonlinear wave propagation in continuous with scalar microstrutture (plane and spherical symmetry)).
22) Riunione Scientifica del Progetto di Ricerca finanziato dal G.N.F.M. -- I.N.d.A.M. per il biennio 2004-2005 ``Simmetrie e tecniche di riduzione per equazioni differenziali di interesse fisico-matematico''. Catania 10--11 febbraio 2005 (Comunicazione dal titolo: Soluzioni invarianti della magneto-gas-dinamica ideale e principi di sostituzione).
23) XIII International Conference on Waves and Stability in Continuous Media, Acireale (Catania), 19--25 giugno 2005 (Comunicazione dal titolo: Transfer proprieties of elastic materials with thin layers).
24) Assemblea Scientifica del GNFM (Gruppo Nazionale per la Fisica Matematica). Montecatini Terme, 27--30 ottobre 2007.
25) XIV International Conference on Waves and Stability in Continuous Media, Scicli (Siracusa), 30/06--06/07 2007 (Comunicazione dal titolo: Solutions to a System of PDE’s Invariant to respect to k Lie Groups).
26) XV International Conference on Waves and Stability in Continuous Media, Modello (Palermo), 22/06-27/06 2009.
27) Workshop Santa Marinella 24/05--30/05 2010
28) XVI International Conference on Waves and Stability in Continuous Media, Brindisi, 13/06-19/06 2011.
29) "IPERME 2011" Messina, 16-18 Febbraio 2011.
30)"Modelli della meccanica dei continui" 13 aprile 2012, Messina.
31)Assemblea Scientifica del GNFM (Gruppo Nazionale per la Fisica Matematica), Montecatini Terme, 4--6 ottobre 2012.
32)"Physics and Mathematics of Nonlinear Phenomena 2013 ( PMNP2013)" 22/06--29/06/2013 Gallipoli.
32) XVII International Conference on Waves and Stability in Continuous Media, Levico Terme, 16/06-22/06 2013.
Actual Position: Assistant Professor at University of Messina

BORN
28/06/1971 Messina

EDUCATION
1994, Degree in Mathematics cum laude, University of Messina (Italy)
1999, 'Ph. D. in Mathematics', University of Messina

PROFESSIONAL EXPERIENCE
1995, CNR fellowship
19/01/1999 - 31/08/1999 Tutor at University of Reggio Calabria
01/09/1999 - 26/03/2000 CNR fellowship at University of Messina
27/03/2000 - 06/11/2001 fellowship at University of Pisa, (Italy)
06/11/2000 - 15/01/2001 fellowship at Ecole Nationale des Ponts et Chaussées (Paris - France)
01/08/2001 - 25/11/2002 Research Grant at University of Messina

RESEARCH ACTIVITY

1) Exact Solutions to differential equations of Physical-Mathematical models through the use of Lie group theory methods.

Equations of ideal magneto-gas-dynamics and equations of a perfect gas with the adiabatic index equal to (n+2)/n (steady and unsteady) are considered. Within the framework of Lie group analysis of PDEs we explicitly characterize various classes of exact solutions containing some arbitrary functions. Use is made of some transformations known in literature as Substitution Principles.Some of the recovered solutions are considered to solve well known physically relevant boundary value problems and the linear stability analysis is performed to ideal MHD equations, thus generalizing well
established results.
Exact solutions to a System of PDEs can be obtained by solving a reduced system obtained by using k-dimensional subalgebras of the Lie algebra generated by the Lie group admitted by system. For system of PDEs with m independent variables a k dimensional subalgebra of the Lie algebra of the admitted symmetries, by solving the k invariant surface conditions, and substituting the result in the system at hand, a reduced system involving only m-k independent variables can be written. If k = m-1 the reduced system is a set of ODEs, whereas if k = m the reduced system is algebraic. An application to the Navier-Stokes-Fourier equations is considered.

2) Continua with microstructure

A continuum model for bodies made of thin and thick layers of two
different elastic constituents has been proposed. Assuming the thickness of subsequent layers be very different (as, e.g., in sedimentary rocks), a special assumption on the kinematic of thin beds and partly constrain their deformations to those of the neighboring thick courses is taken. The kinematic of thin beds is thus described through the displacements of their middle surface plus six parameters giving some average information on the displacement field within the bed. A wave propagating through the layers has been considered, in particular a two dimensional case is studied and a particular explict solution is determineted.

The balance equations for a continuum with scalar microstructure are considered, and a general approach to investigate nonlinear wave propagation by means of an asymptotic approach within the theoretical context of wave hierarchies is proposed. The evolution equations that are obtained for the leading terms of the asymptotics allow for the description of various levels of wave motion in agreement with the different scales involved in the modelization of continua with microstructure. Various examples (immiscible mixtures of perfect fluids, granular materials, liquid with bubbles) are discussed in order to illustrate the procedure.

A model for dilatant granular materials which generalized the distributed theory of Goodman & Cowin have been studied. In particular the mechanical nature of the interstitial working in mind and the evolution relation for the `granular temperature' of the medium from the balance of micromomentum have been determined.
* Afferenze, qualifiche prelevate dal Database CSA » Carriere del Personale
» Inserisci Curriculum


Ultimo aggiornamento: 19/01/2018

Università degli Studi di Messina - Piazza Pugliatti, 1 - 98122 Messina - tel. +39 090 6761
Cod. Fiscale 80004070837 - P.IVA 00724160833