A.A. 2016/2017

[1170/2014] - SCIENZE POLITICHE E DELL'AMMINISTRAZIONE

12/12/2017 - 11:18

RSS Error


Coordinatore del Corso: Prof. Andrea Colli Vignarelli
Classe del Corso: Interclasse L-16/L-36
Sedi del Corso: Messina - Piazza XX Settembre n° 4
Durata minima del Corso: 3
e-mail del Coordinatore: andrea.collivignarelli@unime.it
telefono del Coordinatore: 090 6764612
Rappresentante degli Studenti: Dato non disponibile
Telefono Segreteria Studenti: 090 6768552
fax Segreteria Studenti: Dato non disponibile
Manifesto degli Studi: Dato non disponibile
Piano didattico:
Regolamento didattico: Dato non disponibile
Creato il 2014-06-25 10:42:01, modificato il 2016-11-03 12:01:27 da Salvatore Settineri

Introduzione

Il corso di laurea triennale interclasse in SCIENZE POLITICHE, AMMINISTRAZIONE E SERVIZI propone un percorso formativo imperniato sulla multi e interdisciplinarietà, capace di fornire una solida preparazione di base, nel metodo e nei contenuti, in ambito politologico, giuridico, sociologico, economico, storico, amministrativo e linguistico e di assicurare una formazione flessibile e articolata, adeguata a interpretare i cambiamenti sociali e istituzionali e a cogliere le esigenze di innovazione, anche con riferimento alle politiche di pari opportunità, nel mercato del lavoro in cui tradizionalmente trovano sbocchi occupazionali i laureati delle classi L-36 e L-16: non solo, dunque, i diversi settori della pubblica amministrazione, ma anche quelli dell'informazione politico-istituzionale e delle organizzazioni complesse in ambito pubblico, privato e del terzo settore. I laureati saranno capaci di interpretare efficacemente il cambiamento e l'innovazione organizzativa delle amministrazioni pubbliche e/o private; potranno svolgere attività in qualità di tecnici, presso le pubbliche amministrazioni statali, centrali e periferiche, gli enti territoriali, le organizzazioni private complesse sia profit che non profit, gli enti e fondazioni operanti nel settore della cultura e del turismo, dell'ambiente, dell'educazione, della ricerca. Per accedere ai ruoli delle pubbliche amministrazioni i laureati dovranno affrontare un pubblico concorso per il quale è propedeutica ed essenziale la formazione culturale acquisita durante il corso di studio. Il percorso di studi proposto è finalizzato sia ad un immediato inserimento nel mondo del lavoro sia all'accesso ai corrispondenti corsi di laurea magistrali.

Conoscenze e Abilità, Obiettivi formativi

Il Corso di Laurea triennale interclasse in SCIENZE POLITICHE, AMMINISTRAZIONE E SERVIZI si propone di formare tecnici che possano supportare efficacemente le figure decisionali nelle amministrazioni pubbliche e private, che abbiano capacità di analisi del sistema politico-sociale e dei sistemi organizzativi, che sappiano interpretare il cambiamento e stimolare adeguatamente l'innovazione e il benessere organizzativo nelle amministrazioni pubbliche e private e nelle organizzazioni complesse. A tal fine, il Corso integra competenze diverse (storico-politico-istituzionali, sociologiche e connesse alla comunicazione pubblica, economico-statistiche, giuridiche, organizzativo-gestionali, amministrative legate alla disciplina degli enti e delle imprese).

Il percorso formativo assicura:

 a) le competenze di metodo e le conoscenze di base multi e interdisciplinari nei seguenti settori scientifico-disciplinari: Istituzioni di diritto pubblico, Storia contemporanea, Storia delle istituzioni politiche, Statistica, Economia politica, Storia delle dottrine politiche, Istituzioni di diritto privato, Diritto costituzionale comparato, Diritto amministrativo e Diritto internazionale e dell'Unione europea, complessivamente necessarie per:

 - operare con efficacia all'interno di strutture pubbliche o private interpretando il cambiamento e promuovendo l'innovazione nell'amministrazione ed organizzazione di enti con o senza scopo di lucro, ponendo la crescita delle risorse umane quale base di modelli organizzativi flessibili; 


 - operare con efficacia nel mercato del lavoro, cooperando all'organizzazione del lavoro in enti pubblici e privati, in organizzazioni del terzo settore e nelle imprese alla luce delle cognizioni socio-organizzative ed economiche acquisite;


 - gestire all'interno di qualunque struttura pubblica o privata le risorse umane, le relazioni con il personale e con le organizzazioni sindacali, sulla base di conoscenze approfondite della disciplina giuridica dell'impresa e dello scambio di lavoro, del diritto della previdenza sociale e del diritto sindacale; 


 - interpretare il cambiamento e l'innovazione organizzativa in contesti istituzionali molteplici: pubblici, privati, del terzo settore, ponendo particolare attenzione allo sviluppo economico, sociale e civile del territorio di riferimento.

 b) i rudimenti di organizzazione del lavoro in svariati ambiti lavorativi pubblici e privati: dalle amministrazioni nazionali alle imprese e alle organizzazioni complesse, in genere.

Lo studente completerà la sua formazione di base con gli insegnamenti di Politica economica, Scienza politica e Lingua e traduzione inglese (livello B2+) e acquisirà conoscenze e competenze maggiormente caratterizzate in senso professionale che gli consentiranno di maturare:

a) competenze di metodo e conoscenze utili ad assistere processi di cambiamento e di innovazione organizzativa nelle istituzioni sopra menzionate;

b) competenze di metodo e conoscenze utili a sviluppare la comunicazione politica e istituzionale;

c) competenze di metodo e conoscenze utili a comprendere e interpretare le dinamiche socio-politiche contemporanee e ad incidere su di esse in ambito nazionale e internazionale;

d) competenze di metodo e conoscenze utili ad assistere le istituzioni pubbliche, le organizzazioni impegnate nella progettazione e nel sostegno di iniziative di promozione dello sviluppo economico, sociale e civile delle comunità umane;

e) competenze di base, nei metodi e nei contenuti, per la gestione organizzativa delle imprese, la tenuta dei libri e delle scritture contabili e sociali;

 f) competenze di metodo e conoscenze utili a favorire l'ottimizzazione dell'impiego delle risorse umane e la gestione delle relazioni fra i componenti delle aziende e delle organizzazioni complesse.

L'attività formativa è orientata a favorire un rapporto interattivo attraverso lezioni, seminari con docenti interni od esterni (visiting professors), esercitazioni in laboratorio.

Dal punto di vista organizzativo le attività formative prevedono 64 CFU comuni alle due Classi (L-16 e L-36) relativi alle discipline di base e caratterizzanti. Il calendario dell'attività didattica è articolato in due semestri. L'attività formativa è orientata a favorire un rapporto interattivo attraverso lezioni, seminari con docenti interni o esterni (visiting professors), esercitazioni in laboratorio, attività esterne e all'estero. Riguardo alla possibilità di proseguire gli studi, il progetto formativo dell'Ateneo offre la possibilità di iscriversi a Corsi di laurea magistrale nelle classi LM-62 e LM-63, nonché a corsi di Alta Formazione.

Sbocchi occupazionali

Potendo contare su buone competenze di metodo e conoscenze di base multidisciplinari e interdisciplinari nei settori sociale, storico-istituzionale, politico, giuridico ed economico-statistico, il laureato può trovare impiego nella Pubblica Amministrazione, sia a livello nazionale che di enti locali, e nelle organizzazioni complesse (imprese, aziende pubbliche e private, organizzazioni no-profit, agenzie del mercato del lavoro, organizzazioni politiche, sindacati ed associazioni di interessi economici) con funzioni tecnico-organizzative, amministrative, di pubbliche relazioni, là dove siano richieste specifiche competenze in tema di innovazione amministrativa o di gestione e sviluppo delle risorse umane, impiego in servizi di documentazione, di biblioteca e di archivio di organi dello Stato e di enti pubblici e privati; attività presso uffici stampa, presso agenzie di comunicazione e di informazione; impiego quali quadri intermedi di organi istituzionali, impiego in settori economici della Pubblica Amministrazione e di enti pubblici e privati, presso istituti bancari e società assicurative; carriere amministrative in enti ed aziende private, nelle imprese, nelle organizzazioni complesse e nel terziario avanzato, ma anche per le attività di consulenza e le tradizionali occupazioni nei settori dell'informazione e delle relazioni politico-sindacali. In particolare, il percorso formativo risponde ad una domanda di formazione nell'ambito di settori-chiave delle società contemporanee rispetto ai quali il corso di laurea forma figure professionali con un’accentuata predisposizione ad adeguarsi alle dinamiche evolutive del mondo del lavoro e a cogliere opportunità occupazionali sul piano locale e nazionale, che presuppongono competenze e abilità idonee ad affrontare le problematiche relative al comparto dell'amministrazione e dell'organizzazione (politiche sociali, pubbliche relazioni, servizi pubblici); all'area della consulenza (organizzazioni pubbliche, imprese private, agenzie, associazioni no-profit e for profit, ecc.) e a quella dell'indagine sociale (università; centri di ricerca). Le professioni di riferimento sono quella di segretari amministrativi, archivisti, tecnici degli affari generali e professioni assimilate; tecnici del trasferimento e del trattamento delle informazioni; tecnici dell'organizzazione e della gestione dei fattori produttivi. Sulla base delle codifiche ISTAT i profili di riferimento sono:

1.Tecnici della produzione di servizi - (3.1.5.5.0)

2.Segretari amministrativi e tecnici degli affari generali - (3.3.1.1.1)

3.Tecnici dell'organizzazione e della gestione dei fattori produttivi - (3.3.1.5.0)

4.Tecnici delle pubbliche relazioni - (3.3.3.6.2)

5.Tecnici dei servizi per l'impiego - (3.4.5.3.0)

Consultazione con le organizzazioni rappresentative:

La consultazione è stata effettuata dal Dipartimento attraverso il suo Direttore prima dell'approvazione del RAD. Il Direttore del Dipartimento ha proceduto a illustrare alle parti sociali presenti sul territorio il progetto formativo del Dipartimento di Scienze Giuridiche e Storia delle Istituzioni (DiSGeSI). In particolare sono stati contattati il Consiglio comunale di Messina, l'ordine degli Avvocati, l'ordine dei Dottori commercialisti e dei Consulenti del lavoro, la Camera di commercio, l'Autorità portuale di Messina e le organizzazioni sindacali. In tale contesto, le parti sociali, considerata l'importanza e l'utilità per lo sviluppo e la crescita della realtà locale di un dialogo costante tra il mondo accademico e quello professionale, hanno manifestato apprezzamento per il percorso formativo proposto e hanno espresso specifico interesse per i profili professionali in questione. La Consultazione è stata effettuata per via telematica e/ attraverso incontri con le parti sociali.

Requisiti di ammissione:

Per l'ammissione al corso si richiede il possesso di diploma di scuola media superiore o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo; buona conoscenza della lingua italiana, preparazione culturale ad ampio spettro, idonea ad un approccio di carattere multidisciplinare giuridico, storico-politico e istituzionale. È richiesta inoltre una conoscenza delle basi della matematica e del livello-base di lingua inglese. Il possesso di tali requisiti è accertato mediante un test di ammissione. Qualora lo studente non raggiunga una valutazione positiva, dovrà adempiere ai c.d. Obblighi Formativi Aggiuntivi (OFA) specifici per ciascun ambito disciplinare in cui si sono riscontrate le lacune. Tali obblighi formativi non precludono l'iscrizione al corso di laurea e lo studente potrà assolverli anche attraverso la frequenza a corsi intensivi di "azzeramento" organizzati dal Dipartimento. Ulteriori modalità di regolazione dell'accesso al Corso e di somministrazione del test d'ingresso verranno definite nel "Regolamento del corso di laurea".

Prova finale:

La prova finale consiste nella redazione e discussione dinanzi ad apposita Commissione di un breve elaborato scritto su un argomento riguardante gli ambiti disciplinari del corso. L'argomento sarà concordato con un docente relatore e svolto sotto la sua guida. Attraverso la prova finale, che costituisce il completamento del percorso formativo anzi descritto, lo studente potrà dimostrare le conoscenze e le abilità acquisite. L'esame sarà valutato con un voto espresso in 30/30. È prevista la lode per quegli studenti il cui elaborato presenti caratteristiche di originalità nell'analisi della tematica affrontata.

Aule (che sono utilizzate per le lezioni):

Le aule del Dipartimento, site in via Malpighi n° 1-3 e 9 , sono quasi tutte dotate di un sistema di videoproiezione ed hanno una differente capienza. Tutte le aule sono fornite di sistema wireless (WiFi UNIME) per il collegamento alla rete.

Via Malpighi n° 9 (4 Aule)
Aula n° 5 - 15 posti
Aula n° 6 – 15 posti con videoproiettore e diffusione sonora
Aula n° 7 – 15 posti con videoproiettore e diffusione sonora
Aula L. Campagna – 90 posti – con videoproiettore, diffusione sonora e videoregistrazione

Via Malpighi n° 3 (4 Aule)
- Aula O. Buccisano - 130 posti – con videoproiettore
- Aula G. Cingari - 50 posti – con videoproiettore
- Aula n° P. Borsellino - 35 posti – con videoproiettore

- Aula n° G. Falcone - 35 posti – con videoproiettore

 

Via Malpighi n° 1 (2 Aule)
- Aula S. Maisano - 90 posti – con videoproiettore
- Aula V. Tomeo - 100 posti – con videoproiettore

 

Laboratori e aule informatiche (che sono utilizzate per le lezioni):

Dato non disponibile
Sale studio (a disposizione degli studenti del CdS):

Al piano terra ed al primo seminterrato di Piazza XX Settembre n° 4, sono ubicate 2 sale lettura, per un totale di 20 posti con 2 PC per le ricerche bibliografiche. Nel plesso di Piazza XX Settembre n° 1, per ogni piano, ci sono le sale studio.
Biblioteche (contenenti materiale relativo al CdS):

La Biblioteca del Dipartimento di scienze giuridiche e giuridiche (Sci.Po.G.) è effetto dell’unione delle ex biblioteche dei Dipartimento di studi europei e mediterranei (Di.S.E.M.), Dipartimento di diritto interno e comunitario delle amministrazioni pubbliche e del territorio (prima D.I.C.A.P.T. poi Di.S.E.M.), Dipartimento di scienze economiche, finanziarie, sociali, ambientali, statistiche e del territorio (S.E.Fi.S.A.S.T.), Dipartimento di diritto economia e impresa (D.E.I.). La biblioteca dispone di una ricca raccolta di materiale librario: monografie, periodici e altro materiale d’informazione. E’ costituita, inoltre, da fondi librari di grande pregio e valore. A tal proposito, è importante segnalare, nella sezione storica, l’alto numero di volumi antichi (fra i quali un pregiato fondo di cinquecentine e seicentine ed alcuni incunaboli) nonché alcune testate di riviste, italiane e straniere, rare del XIX secolo. Con tali raccolte, la Biblioteca Di.S.G.e.S.I. si propone come un apprezzato centro di ricerca e di documentazione per quanti, studenti e ricercatori, italiani e stranieri vogliano approcciarsi agli specifici temi della storia del diritto e delle istituzioni dell’Europa mediterranea, in generale, e della Sicilia, in particolare. E’ specialista nelle seguenti aree disciplinari: Scienza dell’amministrazione e dell’organizzazione e, Scienze delle pubbliche amministrazioni (Diritto pubblico, Diritto amministrativo, Diritto commerciale, Diritto costituzionale, Storia contemporanea, Storia delle dottrine politiche, Storia del diritto e delle istituzioni giuridiche, Istituzioni di diritto pubblico e privato, Economia, Sociologia, Statistica, Scienza dell’amministrazione, Lingua e traduzione (inglese e spagnolo) etc.) I libri presenti in Biblioteca sono inseriti on-line nel catalogo di Ateneo (a partire dal 2001, con progressivo inserimento del pregresso) e, in particolare nella sezione storica, nel catalogo on-line Sebina produx (a partire dal 1992 tutto il posseduto Di.S.E.M.) anch’esso presente all’interno del catalogo on-line SBA. La biblioteca ha sede in: • Piazza XX Settembre n. 4, presso l’ex sezione Di.S.E.M. • Altri fondi librari si trovano ubicati presso le sezioni di Economia aziendale, di Economia e gestione delle imprese e di Economia e finanza, in via dei Verdi presso la sede dell’ex Facoltà di Economia e commercio. L’accesso ai locali della biblioteca è consentito a tutti i docenti e studenti dell’Università degli Studi di Messina, nonché a tutti quelli che ne facciano richiesta. L’orario di apertura al pubblico è il seguente: • Da lunedì a venerdì Dalle 9.00 alle 13.30 (ingresso da Piazza XX Settembre n. 4) • Sabato mattina dalle 9.00 alle 13.00 (ingresso da Piazza XX Settembre, primo piano, solo locali ex D.I.C.A.P.T.) • Da lunedì a venerdì dalle 14.30 alle 19.30 (ingresso da via Malpighi n. 7) La biblioteca dispone di sale consultazioni e studio, di postazioni informatiche dove è possibile compiere le ricerche bibliografiche sull’OPAC (Online Public Access Catalogue), sulle banche dati, sui periodici elettronici disponibili sulla rete di Ateneo e in Internet; rete Wi-Fi che è presente in tutte le strutture dell’Ateneo per gli studenti regolarmente iscritti e per tutti i docenti. Document delivery e prestito interbibliotecario Il servizio consente a docenti, ricercatori, dottorandi e tesisti del Dipartimento di richiedere saggi contenuti nei libri e fotocopie di articoli di riviste reperibili presso altre biblioteche, nel rispetto della legge sul diritto d’autore. Le biblioteche possono inviare le richieste DD tramite mail (biblioteca.disgesi@unime.it). E’ gradita la reciprocità del servizio. Non si effettua prestito interbibliotecario. Prestito e consultazione Gli studenti, i docenti, ricercatori, dottorandi e tesisti del Dipartimento, previa richiesta e autorizzazione, hanno facoltà di prendere libri in prestito e in consultazione . Il prestito, non più di tre volumi, ha la durata di trenta giorni ed è rinnovabile se, nel frattempo, i libri non sono stati richiesti da altri utenti. Non è ammesso il prestito delle riviste, che possono essere consultate in sede e per le quali è possibile usufruire di un servizio di fotocopiatura degli articoli, nel rispetto della legge sul diritto d’autore. Gli utenti possono rivolgersi al personale di biblioteca che offre disponibilità, assistenza e servizio nell’uso di risorse elettroniche (OPAC, banche dati online etc.) consultabili attraverso la rete di Ateneo, garantendo un migliore utilizzo dei servizi bibliotecari e delle relative modalità d’accesso, e assistenza nella ricerca bibliografica rivolta principalmente agli studenti laureandi.
Servizi di contesto (orientamento e assistenza):

Il Corso di Studio prevede per gli studenti appena immatricolati un servizio di accoglienza da parte della segreteria organizzativa. Il servizio è a disposizione di chi ne manifesti l'esigenza. Inoltre i docenti delle materie di primo anno, ciascuno per le proprie competenze, nel corso della prima lezione del loro insegnamento, forniscono un quadro complessivo ed organico delle strutture di dipartimento a cui fare riferimento, del Corso di studi e delle proprie aspettative rispetto alla materia di insegnamento. Ciò fornisce a ciascuno studente appena entrato un quadro di insieme definito e completo. Il Corso si avvale anche delle strutture di orientamento del dipartimento e cioè della Commissione di Orientamento, presieduta dal Direttore o da un suo delegato. Il dipartimento tramite il Direttore o il delegato, partecipa inoltre alla Commissione di Orientamento di Ateneo ed a tutte le attività di orientamento in ingresso organizzate sul territorio con la collaborazione di enti pubblici e private ed istituti scolastici. Il Corso, quindi, partecipa ed organizza tramite il Dipartimento, varie attività di orientamento in ingresso come l'Open Day, aperto agli studenti dell'ultimo anno degli studi superiori, il Matricola Day, riservato alle matricole, la Rassegna universitaria dell'orientamento. In ogni caso gli organi e gli uffici competenti sono disponibili ad orientare ed informare durante tutto l'anno accademico. Il Dipartimento nel quale è incardinato il Corso di Studio si avvale di una struttura stabile che si occupa dell'orientamento: la Commissione di Orientamento e Tutorato, composta dal Direttore del Corso che la presiede o da un suo delegato, dai coordinatori dei corsi di laurea gestiti dal Dipartimento e da due rappresentanti degli studenti. In questa sede vengono esaminate e deliberate le politiche di orientamento e tutorato generali, che poi sono attuate all'interno del Corso di Studio ed hanno come destinatari gli studenti del Corso di Studio. Il Corso di studio si avvale inoltre dei tutors, nominati in seno al corso stesso che svolgono il compito di seguire gli studenti loro assegnati all'atto dell'immatricolazione. Lo studente che manifesta dubbi, difficoltà o criticità si rivolge al tutor che lo ha in carico e che lo assiste, suggerendogli le migliori strategie per superare il problema. Ciascun docente, poi, presta la sua costante attività per orientare e aiutare gli studenti che mostrano difficoltà nella materia insegnata.
Opinioni degli studenti: Dato non disponibile
Opinioni dei laureati: Dato non disponibile
Creato il 2014-06-25 10:42:01, modificato il 2016-11-03 12:01:27 da Salvatore Settineri


Le informazioni visualizzate di seguito si riferiscono all’attività didattica erogata, e quindi, per i corsi di nuova attivazione, sarà riportato solo il primo anno, mentre per i corsi già attivi i soli anni di corso erogati. Per consultare la programmazione completa del corso è necessario selezionare il Piano didattico, riportato nel TAB “Info Generali”.

Orario delle lezioni: Lezioni Scienze Politiche Amministrazione e Servizi 1 Sem 2016 17
Esami: Elenco degli Appelli
Insegnamenti: Elenco degli Insegnamenti

Dati estratti da: unimesse3
Ultimo aggiornamento: 12/12/2017

Creato il 2014-06-25 10:42:01, modificato il 2016-11-03 12:01:27 da Salvatore Settineri


Università degli Studi di Messina - Piazza Pugliatti, 1 - 98122 Messina - tel. +39 090 6761
Cod. Fiscale 80004070837 - P.IVA 00724160833