PRIN 2012

Il bando PRIN 2012 si caratterizza per diverse novità, che vengono qui di seguito sinteticamente riportate.

1) la procedura di preselezione dei progetti, basata non più su progetti dettagliati, ma su sintetiche proposte resta a cura delle singole università, che restano dunque responsabilizzate nella scelta dei progetti da ammettere alla fase di valutazione centralizzata; solo se preselezionate, le proposte saranno poi sviluppate a livello di progetto dettagliato;

2) i criteri per la preselezione sono parzialmente predeterminati dal MIUR, e vengono stabiliti, per la prima volta, direttamente dal Comitato Nazionale dei Garanti della Ricerca (CNGR);

3) i progetti non sono più ripartiti secondo le quattordici aree disciplinari, ma secondo i tre macrosettori dell’European Research Council (ERC);

4) vengono inoltre individuate tre linee d’intervento, in base alla distanza temporale in anni dal primo dottorato o dalla prima specializzazione (o, in assenza di entrambi, dalla prima laurea), con riserva di fondi per le linee d’intervento destinate ai coordinatori più giovani;

5) non vengono prefissati limiti né nel numero delle unità operative, né nei costi minimi e massimi dei progetti;

6) l’elenco nominativo dei partecipanti, sia nelle proposte sintetiche che nei progetti dettagliati, è limitato, ai soli fini della valutazione scientifica, esclusivamente al personale di ruolo, restando peraltro inteso che in fase di esecuzione del progetto, il gruppo di ricerca potrà essere costituito anche da altro personale ( assegnisti, dottorandi, borsisti, laureandi, consulenti esterni, ecc., già contrattualizzato o da contrattualizzare), nel rispetto di quanto previsto dalla legge 240/2010.

Scadenze

Presentazione proposte

entro le ore 14.00 dell’11 febbraio 2013, Il PI presenta esclusivamente per via telematica una sintetica proposta progettuale, redatta in italiano e in inglese su apposita modulistica predisposta dal Ministero

Preselezione proposte

entro l’11 febbraio 2013 definizione da parte di ogni università, di criteri di preselezione;

entro il 19 aprile 2013 i revisori devono formulare un giudizio analitico sulle proposte;

entro il 10 maggio 2013 ogni università, tramite il “comitato di preselezione”, definisce la lista dei progetti preselezionati;

Presentazione progetti

entro e non oltre le ore 17.00 del 14 giugno 2013 il PI di una proposta preselezionata viene invitato dal MIUR a sviluppare con maggiore dettaglio la propria proposta ed a presentare, esclusivamente per via telematica, un dettagliato progetto di ricerca, redatto in italiano e in inglese su apposita modulistica predisposta dal Ministero;

Valutazione progetti

entro il 30 settembre 2013 i revisori formulano un giudizio analitico sui progetti;

entro e non oltre il 20 ottobre 2013, ogni CdS trasmette al MIUR la graduatoria dei progetti, coi relativi punteggi;

Rendicontazioni e relazioni

La rendicontazione è effettuata dai responsabili di unità, nel rispetto del “criterio di cassa” e mediante apposita procedura telematica, entro 60 giorni dalla conclusione del progetto

Entro 90 giorni dalla conclusione del progetto, il PI redige una relazione scientifica conclusiva sullo svolgimento delle attività e sui risultati di ricerca ottenuti o prevedibili

Allegati

DescrizioneAllegati
BANDO PRIN 2012pdf BANDO PRIN 2012
Criteripdf Criteri
DM modifiche Bando PRIN 2012 f.topdf DM modifiche Bando PRIN 2012 f.to
Istruzioni bando PRIN Aggiornate 04 01 2013pdf Istruzioni bando PRIN Aggiornate 04 01 2013
DR comitato preselezione PRIN 2012pdf DR comitato preselezione PRIN 2012
Erc panel descriptors 2012pdf Erc panel descriptors 2012
Costo degli Ordinari2011pdf Costo degli Ordinari2011
Costo dei Professori Associati 2011pdf Costo dei Professori Associati 2011
Costo dei Ricercatori2011pdf Costo dei Ricercatori2011
Preselezionepdf Preselezione
Creato il 2013-04-03 14:24:40, modificato il 2013-04-03 14:24:40




Università degli Studi di Messina - Piazza Pugliatti, 1 - 98122 Messina - tel. +39 090 6761
Cod. Fiscale 80004070837 - P.IVA 00724160833